Donne pro o contro?

Grande fermento tra le donne. La manifestazione di domenica 13 febbraio, che ha portato un milione di donne in 239 piazze ed è stata etichettata di sinistra, ha smosso le signore della destra che stanno programmando in segreto un grande evento per far sentire le loro voci. Se al centro del dibattito resta l’interesse della nostra metà del cielo ne saremo tutte contente. Dividersi in decine di frazioni pro e contro sarebbe un autogoal. Unendo le forze potremmo perfino sperare di porre rimedio ai problemi che condividiamo. Una donna su 4 lascia il lavoro dopo la maternità; su 100 bambini solo 10 trovano posto in un asilo nido, meno di 5 su 100 in uno comunale. Le donne guadagnano il 16,8% meno dei colleghi maschi. La presenza delle donne è esigua in politica (abbiamo il 21% dei ministre e il 20% di parlamentari). Numeri ancora più esigui nelle società quotate. E se ricordassimo per una volta che siamo il 51,4 della popolazione e, dimenticando le divisioni, rivendicassimo un potere che continua a sfuggirci?

Condividi:

Lascia un commento