Due parole

Domani comincia una settimana nuova – la seconda settimana di vita per la mia “Ragazza” – e io riprenderò le solite attività: le corse, la paura di non farcela, la voglia di tagliare via qualcosa per camminare con meno affanno. Ma per stasera – solo per stasera – lasciatemi sognare. …

Dopo la “prima” di Milano

Comincio il viaggio con la mia “Ragazza” con una presentazione alla Biblioteca di Rozzano, proprio il giorno in cui i giornali mettono in gran risalto l’infame scritta – Juden hier, ebrei qui – sulla casa di Mondovì nella quale abitava Lidia Rolfi, internata a Ravensbruck nel giugno 1943 come prigioniera …

Guardarsi intorno

Mi turba la storia di Cristina Parodi, grande professionista, persona simpatica, mai sopra le righe, non certo una barricadera, ora nell’occhio del tifone per un commento sull’avanzata politica di Salvini, frutto di ignoranza, paura e promesse mancate. È quell’ignoranza che turba la Lega. E infatti i responsabili della Commissione di …

Felice ritorno e illusioni ottiche

A dispetto dei molti buoni propositi ho di nuovo vergognosamente trascurato il mio povero blog durante buona parte dell’estate. È vero che non sono rimasta con le mani in mano: ho scritto un nuovo romanzo e un racconto abbastanza lungo.Ho minimamente accudito un paio di non semplicissime cose di casa, …

Chi ben comincia

Riprendiamo il gioco degli incipit. Grazie a chi ha avuto l’idea, a chi contribuisce e a chi legge, spero con un filo di divertimento… È una malattia che colpisce le navi, in tutti i mari del globo, e le cui cause appartengono al vasto, sconosciuto universo che chiamiamo Caso. — …

Letture veloci

Sfoglio le pagine di fb e mi stupisco delle tante letture dei miei amici, accompagnate da vertiginosi incontri e importanti presenze a convegni letterari confermate da foto suggestive. Sembra che i miei contatti leggano di tutto a velocità supersonica con spasmodica voglia di sapere, animo curioso e mente vorace.

A che serve scrivere?

Il discorso punta sulla comunicazione – scrivere ribadisce il desiderio di condividere pensieri ed emozioni con chi conosci (e anche ovviamente con sconosciuti). Scrivere sdrammatizza, chiarifica, trasmette idee e apre orizzonti ben oltre i confini dell’egoismo.

Cos’è mai la buona lettura?

Ieri mattina abbiamo avuto con noi un nipotino di 9 anni che da diversi mesi ormai si è scoperto lettore accanitissimo grazie alla saga di Percy Jackson ora molto di moda tra i minori. Ha letto anche in casa nostra, naturalmente: prima seduto sul divano più corto, poi sdraiato sui …